Lifestyle

Yo, Tonya: ho intenzione di vincere

 


 Yo, Tonya: Vincerò

Di: Elizabeth Salazar T.

Questa settimana un film che è stato nominato per diversi premi sarà presentato per la prima volta durante la stagione dei premi. Anche l’attrice Allison Janney ha vinto l’Oscar come miglior attrice non protagonista, intendo “Yo, Tonya.”

Basato sulla vita della pattinatrice americana Tonya Harding, interpretata da Margot Robbie, ci mostra parte della sua vita, da lei l’infanzia e persino l’evoluzione della sua carriera, evidenziando uno dei suoi grandi successi nel fare il triplo salto Axel e persino l'”incidente” che avrebbe segnato la sua vita.

Era l’anno 1994 quando il suo principale rivale per i Giochi Olimpici di Lillehammer, la sua connazionale Nancy Kerrigan (Caitlin Carver), che pochi giorni prima della gara ha subito un attacco da parte di un teppista, che ha cercato di rompere il ginocchio. Dopo questo fatto, i sospetti caddero nell’ambiente di Tonya, del suo ex marito Jeff Gillooly (Sebastian Stan) e della sua guardia del corpo Shawn Eckhardt (Paul Walter Hauser), quindi dovettero affrontare la giustizia e avrebbero portato al declino della razza di Tonya.

Il film ricrea le interviste realizzate in quel periodo con Tonya e il suo ambiente, la verità è che il casting è così ben fatto che a volte ci dimentichiamo di vedere gli attori e potremmo persino pensare che stiamo affrontando ai veri protagonisti della storia

 iTonya_08360_preview "width =" 700 "height =" 467

Account in prima persona di Robbie, che interpreta superbamente Tonya, il film che ha coloranti di commedia e dramma, non decadono in nessun momento. Al contrario, lo spettatore si sente enormemente attratto dalla trama e vuole sapere cosa accadrà.

Sottolineo in particolare l’attrice Allison Janney, come l’apatica madre di Tonya che con i suoi bizzarri metodi di educazione, ci fa passare da Furia e impotenza alle risate. Robbie non è molto indietro, infatti, per il ruolo di Tonya ha dovuto trasformare il suo fisico, imparare a pattinare, ma soprattutto dimostra di prendere possesso del personaggio e crediamo nella sua interpretazione.

Un’eccellente colonna sonora include canzoni come : “Gloria” nella versione di Laura Branigan, “Barracuda” del gruppo Heart, “The Passenger” di Siouxsie & the Banshees e “Sleeping bag” di ZZ Top, che sono un ottimo accompagnamento alla storia.

Good biopic, ti piacerà dall’inizio alla fine. Ha alcune scene di pattinaggio meravigliose. Vai a vederlo, ne vale la pena, ti divertirai un mondo.

Regista: Craig Gillespie (“L’ora decisiva” e “Il bambino da un milione di dollari”)

Durata: 120 minuti

Dove vederlo? Film Biografo, Cineplanet, Cinemark e Cine Hoyts, dall’8 marzo

Distribuito da: @Cinetopiachile [19659004] Rating: Eccellente

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *